vai al contenuto. vai al menu principale.

La città di Susa appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Menu di navigazione

Dichiarazione Anticipata di Trattamento Sanitario

Scheda del servizio

IL DEPOSITO IN COMUNE DELLE DISPOSIZIONI ANTICIPATE DI TRATTAMENTO

Note esplicative per la gestione del registro

Ogni persona maggiorenne e capace di intendere e di volere, in previsione di un’eventuale futura incapacità di autodeterminarsi può esprimere il consenso o il rifiuto rispetto ad accertamenti diagnostici o scelte terapeutiche e a singoli trattamenti sanitari, così come normato dalla Legge 22 dicembre 2017, n. 219 “ Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”, in vigore dal 31 gennaio 2018.
Qualsiasi cittadino residente a Susa, dopo aver acquisito adeguate informazioni mediche sulle conseguenze delle sue scelte, può esprimere le proprie volontà in materia di trattamenti sanitari attraverso le DAT (disposizioni anticipate di trattamento), depositandole all’Ufficio di Stato Civile.

Colui che definisce le proprie DAT è detto disponente.

Adempimenti del disponente

1.1 Cosa fare per depositare le DAT all’Ufficio di Stato Civile del Comune

É necessario:
- essere residenti;
- essere maggiorenni;
- essere capaci di intendere e di volere;
- consegnare personalmente le proprie DAT;
- presentare la richiesta di deposito (modello 1) e l’eventuale nomina del fiduciario (modello 2);
- presentare un documento d’identità.
Le DAT sono redatte in forma scritta, devono essere sottoscritte dal disponente e dal fiduciario, se nominato, e consegnate presso l’ufficio dello stato civile preferibilmente previo appuntamento o negli orari di apertura al pubblico.
Le DAT possono essere modificate o revocate in ogni momento (modello 1).

1.2 Nomina del fiduciario

Il fiduciario fa le veci del disponente e lo rappresenta nelle relazioni con il medico e con le strutture sanitarie. Deve essere una persona maggiorenne e capace di intendere e di volere. L’accettazione della nomina da parte del fiduciario avviene attraverso la sottoscrizione delle DAT o con atto successivo (modello 2) che sarà allegato alla DAT.
L’incarico di fiduciario può essere revocato dal disponente in qualsiasi momento, con le stesse modalità previste per la nomina e senza obbligo di motivazione (modello 2).


1.3 Ritiro delle DAT

ll ritiro delle DAT può essere effettuato esclusivamente dal disponente, dal fiduciario (modello 3) o dalle strutture sanitarie. Nel caso in cui le DAT non contengano l’indicazione del fiduciario o questi vi abbia rinunciato o sia deceduto o sia divenuto incapace, le DAT mantengono comunque efficacia. L’articolo 4, comma 4 della L 219/2017 prevede che sia il giudice tutelare, in caso di necessità, ad individuare un amministratore di sostegno. L’amministratore di sostegno potrà ritirare le DAT presentando copia della propria nomina all’atto del ritiro.

Adempimenti dell’ufficio di Stato Civile

2.1 Ricezione delle DAT
L’ufficio di Stato Civile dopo aver verificato che il disponente è residente e maggiorenne:
- Fa compilare il modello 1 (richiesta di deposito delle DAT)
- Riceve le DAT;
- Compila l’apposito registro comunale;
- Restituisce copia della richiesta di deposito appositamente compilata nella parte riservata all’Ufficio, quale ricevuta formale di deposito e registrazione;
- In caso di sostituzione/revoca delle DAT, l’Ufficiale di Stato Civile fa compilare il modello 1, restituisce le DAT depositate, le sostituisce con quelle nuove e annota le modifiche sul registro. La modifica o la revoca delle DAT non comporta nessun obbligo di comunicazione ai fiduciari per l’ufficio di Stato Civile, tale adempimento rimane a carico e a discrezione del disponente.

2.2 Conservazione delle DAT
Le DAT assieme alla richiesta di deposito presentata dal disponente ed eventualmente alla nomina del fiduciario sono conservate in apposito armadio chiuso a chiave presso gli uffici comunali.

Casi particolari

Cambio di residenza: il venir meno della situazione di residenza nel Comune non comporta la decadenza del deposito delle DAT. L’ufficio di anagrafe darà comunicazione del deposito delle DAT presso il Comune di Susa al nuovo comune di residenza.

Decesso del disponente: in caso di morte del disponente, se non farà seguito la richiesta di consegna da parte del fiduciario, la busta contenente le DAT potrà essere distrutta decorsi 180 giorni dal decesso. La distruzione delle DAT sarà annotata sul registro.

Costi
Le DAT sono esenti dall’obbligo di registrazione, dall’imposta di bollo e da qualsiasi altro tributo, imposta, diritto e tassa.

Normativa di riferimento

Legge 22 dicembre 2017, n. 219: "Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento"


Modelli tipo a disposizione
Modello 1 - Richiesta/sostituzione/revoca del deposito delle disposizioni anticipate di trattamento (DAT)
Modello 2 - Nomina/revoca del fiduciario
Modello 3 - Ritiro delle DAT

A CHI RIVOLGERSI: Ufficio di Stato Civile del Comune di Susa - Via Palazzo di Città n. 39
TEL 0122/648312, 0122648313, 0122/648314 - e-mail: statocivile@comune.susa.to.it

Ufficio di competenza

Nome Descrizione
Responsabile Emanuela Pesando 0122 648326
Personale Flavia Nicchio 0122 648312
Amelia Belmondo 0122 648314
Filomena Cascioli 0122 648313
Clara Faure 0122 648315
Indirizzo Via Palazzo di Citta' n.39
Telefono 0122 648312
Fax 0122 648318
EMail demografici@comune.susa.to.it
anagrafe@comune.susa.to.it
statocivile@comune.susa.to.it
PEC comune.susa.to@legalmail.it
Apertura al pubblico
Apertura al pubblico
Giorno Orario
Lunedi 9.00 - 12.00
Martedi 8.30- 12.00 / 16.00- 18.00
Mercoledì - Giovedi 10.30 - 13.30
Venerdì 8.30- 12.00 / 16.00- 17.00

Modulistica

Procedimenti amministrativi